lunedì 26 giugno 2017

Gazpacho verde di friggitelli, rucola e cetrioli, con salsa tzatziki


I primi anni del blog, ricordo, l'estate era una fatica...
Nel senso che non mi venivano idee. Di ricette, intendo.
Caldo torrido o meno a me veniva (e viene ancora) da accendere il forno, panificare, cuocere.
Guardavo le riviste, i siti, i blog, e pensavo maccome? Adesso che è così facile cucinare?
Era ed è proprio questo il punto... Fin troppo facile cucinare d'estate. Per alcune preparazioni cambia quasi il significato di questo verbo...
Me ne sono resa conto davvero per la prima volta qualche estate fa a Polignano a mare, con l'insalata di cui vi avevo parlato qui: ingredienti di ottima qualità semplicemente messi insieme senza manipolarli troppo, impegnandosi per lo più a valorizzarli accostandone i sapori e le consistenze.

E' proprio a Polignano, ora che ci penso, che ho aperto gli occhi sui friggitelli, o friarelli (piccoli peperoni verdi buonissimi fritti in padella!) amandoli così tanto e amandone così tanto l'accostamento con le mandorle da dedicargli poi, proprio nel libro delle mandorle, una ricetta semplice ed estiva; anche se in quel caso una pasta, quindi cotta.

Nella ricetta di oggi invece sono bandite cotture.
Come ogni gazpacho che si rispetti, infatti, è l'apoteosi delle lame e dei frullatori, secondo quella meravigliosa regola aurea per la quale in cucina più è piccolo il taglio e meno serve cuocere, e si tratta di una versione verde del mio amato gazpacho rosso di cui parlavamo giusto un annetto fa: qui con cetrioli, friggitelli (appunto ;)), e rucola quanto basta a dargli quel po' di amarognolo che a me piace tanto.

Per servirla, e ribadire (anche a me stessa ;)) il concetto di estate: una salsa tzatziki, che voi potete tranquillamente sostituire con un formaggio fresco erborinato con poco basilico tritato, sale e olio, o un semplice yogurt greco et voilà, il gioco è fatto..

E così io nel frattempo ho anche cominciato ad imparare che "cucinare" d'estate non è poi così male... ;-P

A voi un abbraccio enorme, e buon lunedì, buona settimana, buona estate decisamente arrivata! ;)



Gazpacho verde di friggitelli, rucola e cetrioli, con salsa tzatziki
ingredienti per 4 persone
4 peperoni friggitelli
2 cetrioli
2 piccoli cipollotti
2 manciate di rucola
40 g di mollica di pane
60 ml di olio extravergine d'oliva
20 ml di aceto
acqua freddissima qb
sale olio e pepe nero per servire
per la salsa tratziki
1 cetriolo
1 spicchio di aglio
1 cucchiaino di aceto
olio extravergine d’oliva
250 g di yogurt greco

Mondare e sbucciare i cetrioli, poi tagliarli in pezzi.
Tagliate i cipollotti sottilmente.
Tagliare i peperoni a metà nel verso della lunghezza, poi privarli del picciolo, dei filamenti interni e dei semi, infine tagliarli a pezzetti.
Lavare e spezzare grossolanamente con le mani la rucola.
Raccogliere tutti gli ingredienti nel frullatore, aggiungere poca acqua fredda e iniziare a frullare a più riprese, aggiungendo acqua se occorre e fino a raggiungere la consistenza desiderata (a me per esempio piace non troppo liquido e non troppo sottile).
Conservare in frigo e servire ben freddo con cucchiaiate di salsa tzatziki ottenuta mescolando lo yogurt con il cetriolo tagliato al coltello a pezzi molto piccoli, salato e leggermente strizzato, l'aglio tritato finemente e l’aceto, olio extravergine d'oliva, pepe e qualche foglia di rucola.


9 commenti:

  1. I friarielli sono un'altra cosa! Non hanno nulla a che vedere con i friggitelli :)

    RispondiElimina
  2. HAI RAGGIONEEE!!!
    Ho messo una "i" in più... FriarElli!!!

    RispondiElimina
  3. Che meraviglia mi piace un sacco questo cremina freschissima e ricca di ingredienti e poi io adoro i friggitelli tanto che ho una ricetta quasi pronta per domani a base di questo ingrediente! A presto LA

    RispondiElimina
  4. Eccomi quaaaaaa!!
    Secondo te non venivo? Indovina indovinello chi ha preso il friarello?) secondo te è normale che io tornando dalla gita in quel di ancona mi fermo dal mio amico verduraro e piglio peperoni verdi e cetrioli e tu me metti sta cosetta qua?
    C'é qualcosa che non va veeero?
    Comunque anche io lo accendo a palla il forno..zi zu zu..
    Intanto ti saluto che dal telefono di madre e fatica..
    Baci baci baci
    Manu polpetta...

    RispondiElimina
  5. una bontà! assolutamente da provare! bravissima!!!

    RispondiElimina
  6. Ciao Rossella, l`anno scorso al workshop tuo e di Giulia ho imparato (si fa per dire ;-)) a fotografare iniziando con un vostro gazpacho di pomodoro. Mi piace proprio che un anno dopo tu mi riporti indietro - e anche avanti! - con un gazpacho verde, che sembra proprio buono! Buona estate anche a te! Sonia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sonia ciao!
      Ho fatto un po' tardi a risponderti, chissà se leggerai ugualmente.. :)
      Queste di luglio sono sempre giornate stracariche, in cui l'energia al pari della pressione è ai minimi storici...
      Però scrivere qui mi mette sempre le ali ai piedi.. e anche quando leggo i vostri messaggi..
      Sai che quest'anno, proprio a ridosso dell'"anniversario" del workshop ho pensato tanto all'anno scorso? Giorni bellissimi...
      Grazie, a presto, un abbraccio!

      Elimina
  7. Che ricetta deliziosa come molte altre che ho trovato qui da te, complimenti

    RispondiElimina
  8. 🍉 🍍 E' iniziato il "Summery food contest" sul mio blog! Se ti va di partecipare dacci un'occhiata: https://libertycesca.blogspot.it/2017/07/summery-contest-quando-lestate-si-mette.html
    A presto! Francesca Maria

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...